1

Cartella protetta a prova di Hacker

Non esistono sistemi inespugnabili, semplicemente non sappiamo come aprirli “forse”

Questo script che ho creato ci permette di mettere dati al sicuro in pochissimo tempo e soprattutto gratis.

Scopo del progetto: Criptare file e cartelle tramite script.

difficoltà: Facile.

Tempo: Max 10 minuti

Cosa ci serve: 7Zip https://www.7-zip.org/download.html – Notepad++ https://notepad-plus-plus.org/ – uno di questi software per compilare il file *.cmd https://www.amicimiei.biz/trasformiamo-un-file-bat-in-exe/ .

Questo è lo script che utilizzeremo.

4° rigo “protetta.7z” è il file criptato che contiene i nostri file

6° rigo cancella il file “protetta.7z”

7° rigo apre la cartella “protetta” con i file estratti

9° rigo –

  1. a “archivia”
  2. mhe “cripta i nomi dei file”
  3. pciaociao “imposta la password ciaociao”
  4. protetta.7z “nome del file che creerà”
  5. protetta\ “cartella che deve essere protetta

10° rigo rmdir protetta\ /s /q “cancella la cartella con tutte le sottocartelle protetta”

Come procedere, per semplificare il tutto conviene, come prova, creare una cartella chiamata protetta, mettere un file qualsiasi, eseguire il 7z fil manager e comprimere con password “ciaociao” e mettere il segno di spunta su “crittografa i nomi dei file”

Aprire il Notepad++, copiare lo script di questa pagina e incollarlo, poi lo salvi chiamandolo es. blocca.cmd, poi metti in una cartella i file protetta.7z, 7z.exe, 7z.dll, prova a lanciare il file blocca cmd si dovrebbe aprire il command “azzurro” con la scritta bianca che ti chiede di inserire la password, mettiamo ciaociao, “non si vede la password è normale” e se tutto funziona si apre la finestra “protetta” con il file che precedentemente avevamo inserito nell’archivio protetto, la finestra non si deve chiudere fino a quando non si deve ri-bloccare, infatti rimane una scritta “premi un tasto per continuare”, cioè lo script è fermo al 7° rigo, poi eseguirà il resto, compressione ecc..

Se tutto ha funzionato dovremmo pensare di compilare il file “blocca.cmd” come descritto su https://www.amicimiei.biz/trasformiamo-un-file-bat-in-exe/ ora il nostro script è pronto all’uso, lo possiamo mettere ovunque, anche su una pendrive, il file viene scompattato dentro la cartella dove lo abbiamo messo, non lascia traccia di nulla, dobbiamo sapere anche che se un malintenzionato ci vuole comunque fare danno basta che cancella il file che si perde tutto. Un altra cosa che bisogna sapere è che la password è molto importante, scegliere sempre password forti, altrimenti un malintenzionato potrebbe forzare il file protetto, bun lavoro.

quì una copia dello script funzionante.

 

Questo pagina è stata letta 56 volte




Trasformiamo un file Bat in Exe

Advanced BAT to EXE Converter Ottimo software fa bene il suo lavoro, con la versione gratuita riesci a fare tutto quello che hai di bisogno, la vesione PRO aggiunge funzioni avanzate.

 

BAT to EXE Converter  Anche questo fa bene il suo lavoro, è un po meno sofisticato del precedente ma è utile allo scopo.

 

Batch Compiler Per gli smanettoni consiglio questo piccolo programma dove potrete sbizzarrirvi al massimo.

 

Questo pagina è stata letta 56 volte




Come creare un programma portabile

Premessa, non è legale manomettere, copiare e distribuire software coperto  da copyright, per nessun motivo, pertanto i nostri test saranno fatti su un software open source solo a scopo didattico.

lo scopo di questa guida è quello di creare uno script (personalizzabile *.cmd) che decomprime un file contenente il programma in una cartella temporanea, lo lancia e alla fine del suo utilizzo lo cancella.

Vantaggi, lo rende molto piccolo, non è attaccabile da virus (in quanto lo decomprime quando serve e poi lo cancella), non occupa spazio perenne perché non è installato, non apporta modifiche al sistema operativo o al registro di configurazione (sempre se non vogliamo apportare modifiche)

Svantaggio, per aggiornarlo si deve ri creare l’archivio.

cosa ci serve:

7Zip https://www.7-zip.org/download.html

VLC https://www.videolan.org/vlc/

Notepad++ https://notepad-plus-plus.org/

il 7Zip ci  serve per comprimere il VLC dopo averlo Decompresso dal suo installer.

L’installer del VLC non si può decomprimere ma si deve per forza installare (va bene anche in un coputer muletto), dopo di che copiamo la cartella che si è creato il programma con tutti i file che ci sono dentro e lo mettiamo ad es. sul desktop, creiamo un archivio con il 7Zip, compressione normale, e vediamo l’enorme differenza che c’è tra il file compresso e quelli non compressi (124Mb con 27,5Mb), praticamente lo ha ridotto al 22%.

Ora vi mostro lo script che ho creato per scompattare ed eseguire il programma in automatico in una cartella temporanea e canncellarlo dopo essere chiuso.

Copiate ed incollate questo codice su un nuovo file “vi consiglio di usare Notepad++” e salvatelo con l’estensione *.cmd es. VLCPortable.cmd

Tutto questo deve essere dentro una cartella che dovrà contenere il file compresso in questo caso si chiama VLCPortable.7z, il file VLCPortable.cmd, e i file 7z.exe, e 7z.dll che trovate dentro l’installazione del 7zip.
doppio clic sul file VLCPortable.cmd e vedrete scopmattare tutto il file e dopo poco avviarsi il VLC, fate una prova, poi chiudete e vedrete che cancellerà tutta la cartella temporanea che si era creata precedentemente.
In un altro articolo vi spiegherò come creare lo stesso script con un archivio compresso con password, come creare un archivio multiplo in un solo file e scompattare solo quelloc he ci interessa, come creare un’installazione sempre tramite script e creare un link sul desktop, come compilare il CMD in EXE e renderlo inmodificabbile e protetto.

Questo pagina è stata letta 56 volte




Database password

Su https://haveibeenpwned.com/Passwords ci sono ad oggi 613.584.246 password già esposte a violazione dei dati, puoi mettere la tua password per vedere se la tua è già stata violata oppure no.

Questo pagina è stata letta 56 volte




Come riconoscere se un sito è affidabile

cybercrime, hacking and technology concept – male hacker in dark room writing code or using computer virus program for cyber attack

Il web è sempre stato un posto insidioso e pieno di pericoli di ogni tipo, da chi cerca di fregarti dei soldi a chi cerca di inoculare dei virus per poi prendere informazioni utili ecc. Per chi non sa destreggiarsi è facile cadere preda di qualsiasi cosa pericolosa, è anche ovvio che se un internauta va in siti evidentemente pericolosi il rischio aumenta in maniera esponenziale.

Se incappiamo in un sito dubbio, il mio parere è farsela alla larga immediatamente e chiudere il browser poi passare un programma che identifica eventuali virus tipo adwcleaner e ricordarsi di evitare il sito in questione.

Ma come si fa a capire se il sito è sicuro o no?? Per questo ci vengono incontro un po’ di esperienza e anche qualche aiuto ci viene dato proprio da internet. Vediamo come.

  1. Google https://transparencyreport.google.com/safe-browsing/search Stato dei siti segnalato dalla funzione Navigazione sicura
  2. https://www.scamadviser.com/it  Controlla Scamadviser prima di effettuare un acquisto online
  3. https://zulu.zscaler.com/ 
  4. https://unmask.sucuri.net/ analizza le pagine web
  5. https://www.virustotal.com/gui/home/url 

Technology photo created by freepik – www.freepik.com

Questo pagina è stata letta 56 volte




Impostazioni del server di posta elettronica IMAP POP3 e SMTP

Pop3 o Imap ?

Pop3 e Imap non sono altro che i protocolli che gestiscono la posta in entrata. IMAP creato nel 1986 significa “Interactive Mail Access Protocol” mentre POP creato 1984 significa “Post Office Protocol”. La differenza principale tra i due protocolli è che se si utilizza un account tramite POP (o POP3) i messaggi di posta elettronica vengono scaricati dal server e salvati in locale, mentre tramite IMAP (o IMAP4) i messaggi vengono lasciati sul server (quindi gestiti dallo stesso). Quasi tutti hanno la possibilità di impostare uno dei due protocolli, tranne qualche vecchio provider.

Da quando esiste il sistema di posta elettronica fino ad oggi si utilizzano sempre gli stessi protocolli, certamente sono aumentati i sistemi di sicurezza per l’accesso, per esempio a due fattori, oppure il controllo delle APP che si utilizzano, infatti molti preferiscono si si utilizzano le proprie o il Web e cercano di dissuadere l’utilizzo di APP chiamate non sicure… “forse si scavalca la pubblicità ??” ma visto che sono offerti gratuitamente.. è lecito sorbirsi un po’ di pubblicità in cambio di un servizio… tranne che qualcuno dove sei costretto a cercare i pulsanti in mezzo a banner e popup rendendo il servizio penoso.

Ogni server ha dei parametri per la gestione dei messaggi, siccome questi parametri possono cambiare nel tempo, mi limito a mettere i link dove reperire quelli “originali” per evitare de dopo qualche tempo diventano desueti.


Google: @gmail.com

POP3 – https://support.google.com/mail/answer/7104828

IMAP – https://support.google.com/mail/answer/7126229?hl=it

se vuoi utilizzare un APP non Google devi Abilitare le APP meno sicure su gmail e devi eseguire l’accesso per poter modificare.

https://myaccount.google.com/intro/security


Yahoo: @yahoo.com

POP3 – https://it.aiuto.yahoo.com/kb/Impostazioni-per-l%E2%80%99accesso-POP-e-istruzioni-per-Yahoo-Mail-sln4724.html

IMAP – https://it.aiuto.yahoo.com/kb/Inserisci-le-nostre-impostazioni-IMAP-sln4075.html

se vuoi utilizzare un APP non Yahoo devi Abilitare le APP meno sicure su Yahoo, devi eseguire l’accesso per poter modificare, poi vai su

https://login.yahoo.com/account/security  

 


Outlook.com

https://support.microsoft.com/it-it/office/impostazioni-del-server-da-ottenere-dal-provider-di-posta-elettronica-c82de912-adcc-4787-8283-45a1161f3cc3

 


Mail.com

    • Profession: dr.com; bartender.com; salesperson.net; chef.net.
    • Hobbies: catlover.com; brew-master.com; activist.com; photographer.net.
    • Tech: programmer.net; tech-center.com; hackermail.com; linuxmail.org.
    • Music: acdcfan.com; reggaefan.com; musician.org; songwriter.net.
    • USA: bellair.net; californiamail.com; nycmail.com; usa.com.
    • World: africamail.com; Europe.com; italymail.com; berlin.com.
    • Spiritual: angelic.com; atheist.com; muslim.com; priest.com.

https://support.mail.com/premium/imap/server.html


Virgilio Mail

https://aiuto.virgilio.it/articolo/mail/parametri-di-configurazione-per-il-client-di-posta/


Hotmail

https://support.microsoft.com/en-us/office/pop-imap-and-smtp-settings-8361e398-8af4-4e97-b147-6c6c4ac95353




E’ sicura la tua password?

Sei sicuro della password utilizzata???

Spesso utilizziamo password con riferimenti specifici per evitare di dimenticarla,

utilizziamo il proprio nome il cognome, magari quello della mamma della fidanzata del cane ecc. ecc.

Tutte password molto deboli e di facile preda di qualche hacker alle prime armi…

come possiamo ovviare a questo banale ma grave problema che tutti i giorni dovremmo affrontare sui social, email, ecc… ecc..

intanto bisogna creare una password casuale, per questo ho creato un APP che genera passwor casuali poi bisogna utilizzare un software che memorizza le password in un database protetto da una master Key, per esempio io utilizzo un programma gratuito Keepass esiste per windows, linux,mac persino per android..

Dopo aver creato la password sicura e averla conservata sul nostro database verifichiamo se la password è efficace o no, andiamo su questo sito incolliamo la password e se la risposta è

Possiamo essere tranquilli che difficilmente la scoveranno




Hiren’s BootCD

Hiren’s BootCD PE (Preinstallation Environment) di Hiren è un’edizione ripristinata di BootCD di Hiren basata su Windows 10 PE x64. Poiché non ci sono aggiornamenti ufficiali dopo novembre 2012, la versione PE è stata sviluppata dai fan BootCD di Hiren. Include gli strumenti gratuiti minimi, migliori e aggiornati utilizzati nel BootCD di Hiren. È stato sviluppato per i computer della nuova era, supporta l’avvio UEFI e richiede almeno 2 GB di RAM.

Con gli strumenti utili all’interno dell’ISO, puoi risolvere molti problemi legati al tuo computer. Non contiene alcun software piratato, include solo software gratuito e legale.

Dopo l’avvio, la versione PE tenta di installare driver come scheda grafica, audio, wireless ed ethernet per l’hardware. In questo modo è possibile connettersi a una rete WIFI o Ethernet. Contattaci con il tuo modello hardware se la tua scheda WIFI o Ethernet non è riconosciuta dalla versione PE. Aggiungeremo i driver richiesti nelle nuove versioni.

Le versioni ufficiali esistono ancora sulla nostra pagina Old Versions. Controlla la pagina Informazioni per maggiori informazioni.

 

Questo pagina è stata letta 56 volte




L’app Microsoft Netflix si blocca o non carica completamente

Può succedere specialmete nei PC più vecchi che l’app Microsoft Netflix si blocca o non carica completamente.

Questo è causato soprattutto all’incompatibilità con qualche hardware, peciò si potrà fare molto poco.

Esiste però un’alternativa molto valida e sicuramente rinuncerete definitivamente all’app.

Intanto instalalte Chrome, Andate su https://www.netflix.com/it/ poi cliccate sui tre puntini in alto a destra e create una scorciatoia sul desktop comenell’immagine sotto

mettere il segno di spunta su “apri come finestra”

adesso avrete un icona sul desktop con netflix diretto senza troppi fronzoli…

 

Questo pagina è stata letta 56 volte




Esportare un file PDF in immagini o estrarre le immagini da un file PDF — PDF TO JPG

Adobe Acrobat Reader non permette di fare nessuna operazione apparte quella di visualizzare e stampare il PDF.

Se vogliamo esportarlo in formato immagine ci sono vari siti che offrono un servizio gratuito online, tra cui uno che mi è sembrato più carino degli altri https://smallpdf.com/it/pdf-in-jpg permette anche di scegliere se estrarre solo le immagini o trasformare il PDF in file JPG. Questo è tutto, lo dico per ovvi motivi, perchè oltre a questo non fa null’altro.